CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO PER IL PERSONALE DI FARMACIA

TEMPO DI LAVORO

 

Art. 9

9.1 La durata normale settimanale del lavoro è di 41 ore.

 

     9.1 Nelle farmacie dove la durata settimanale del lavoro è ripartita su 5 giorni e mezzo, sono riconosciute due giornate supplementari di libero al mese.

Previo accordo interno, potranno essere date sia come giornate intere, sia come aggiunta di mezza giornata di libero alla settimana.

 

Art. 10 Lavoro straordinario

10.1 Sono considerate straordinarie le ore che superano la durata normale della settimana lavorativa.

Per il lavoro straordinario , il dipendente ha diritto ad un supplemento del 50% da concedere in tempo libero o in denaro.

Per il calcolo del salario orario si divide il salario mensile per 177.7.

In caso di lavoro straordinario, il dipendente ha pure diritto alla copertura delle spese vive di  trasferta e di refezione.

 

1       10.2 Il lavoro per servizio a turno festivo o serale non è lavoro straordinario nella misura in cui non determina il superamento della durata normale settimanale del lavoro.

 

Art. 11 Vacanze

11.1 Ai dipendenti sono annualmente riconosciute le seguenti vacanze pagate:

       25 giorni lavorativi (5 settimane) per i giovani fino a 20 anni compiuti;

       20 giorni lavorativi (4 settimane) dai 20 ai 40 anni compiuti:

       25 giorni lavorativi (5 settimane) dopo 40 anni di età.

 

11.2 In caso di inizio o di scioglimento del rapporto di lavoro nel corso dell'anno, le vacanze sono riconosciute "pro rata temporis".

 

11.3 I turni delle vacanze sono stabiliti dal datore di lavoro, tenuto anche conto delle esigenze del personale.

Le vacanze sono assegnate durante l'anno in corso o al più tardi  entro il mese di marzo dell'anno seguente. Esse possono venire suddivise ritenuto tuttavia un minimo di due settimane consecutive.

 

1       1.4 I giorni festivi infrasettimanali, parificati alla domenica, che cadono durante le vacanze danno diritto ad un giorno supplementare di congedo.

 

1      1.5 Se nel corso di un anno il dipendente è impedito di lavorare (malattia, infortunio, adempimento ad un obbligo legale,...) per più di un mese, il datore di lavoro può ridurre la durata delle vacanze di un dodicesimo per ogni ulteriore mese completo di assenza dal lavoro.

In caso di assenza per gravidanza e parto, la possibilità di riduzione delle vacanze decorre dopo le 16 settimane di congedo pagato.

 

Art. 12 Giorni festivi

12.1 sono considerati festivi tutti i giorni festivi ufficiali secondo le leggi del Cantone Ticino (R. L. I. no 17).

1     12.2 Quando vi sono delle feste infrasettimanali, il riposo settimanale che cade in giorno feriale può essere abolito unicamente se trattsi di giorni festivi non parificati alla domenica, cioè:

San Giuseppe, Primo Maggio, Lunedì di Pentecoste, Corpus Domini, San Pietro e Paolo, Immacolata.

Per le festività parificate alla domenica in base alla legge federale sul lavoro (Capodanno, Epifania, lunedì di Pasqua, Ascensione, 1° agosto, Assunzione, Ognissanti, Natale e Santo Stefano) non è acconsentito l'abolizione del riposo settimanale, a meno che questi coincida con il giorno festivo.

 

Art. 13 Congedi straordinari

Sono riconosciuti i seguenti congedi pagati:

bullet

5 giorni lavorativi in caso di proprio matrimonio;

bullet

1 giorno in caso di nascita di un figlio, come pure in caso di nozze di figli, fratelli, sorelle o parenti stretti;

bullet

3 giorni per il decesso di genitori e figli, da mezza giornata a 3 giorni per altri parenti

bullet

1 giorno per trasloco;

bullet

il tempo strettamente necessario per visite mediche o dentistiche;

bullet

5 giorni all'anno per l'esercizio di funzioni pubbliche o mandato sindacale;

 

Disposizioni generali | Inizio e fine ... | Obblighi | Tempo di lavoro | Retribuzioni | Salario in caso ... | Previdenza | Diversi | Disposizioni finali | Raccomandazioni

Ultimo aggiornamento: 05-11-10

top