CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO PER IL PERSONALE DI FARMACIA

PREVIDENZA PROFESSIONALE

Art. 23 Previdenza professionale

Il dipendente è assicurato contro le conseguenze della vecchiaia e contro i rischi di morte o di invalidità in applicazione della LPP.

 Art. 24 Indennità di decesso

In caso di decesso del lavoratore, il datore di lavoro deve pagare il salario per un altro mese a contare dal giorno della morte e, se il rapporto di lavoro è durato più di 5 anni, per due altri mesi sempre che il lavoratore lasci il coniuge o figli minorenni o, in mancanza di questi eredi, altre persone verso le quali adempiva un obbligo di assistenza (art. 338 del CO).

 Art. 25 Indennità di partenza

25.1 Il dipendente che lascia la farmacia ha diritto alle seguenti indennità di partenza:

dall'13° al 14° anno di servizio        1 mese di salario

dal 15° al 19°                                 2 mesi di salario

dal 20° al 24°                                 3 mesi di salario

dal 25° al 29°                                 4 mesi di salario

dal 30° al 35°                                 5 mesi di salario

dal 36° innanzi                               6 mesi di salario

 25.2 Per i dipendenti con 50 anni di età e 20 di servizio rimangono riservate le disposizioni dell'art.  339 c CO che prevede il versamento di indennità fino ad un massimo di 8 mesi.

 25.3 Nel computo degli anni di servizio si tiene conto anche degli anni di apprendistato

 25.4 Il datore di lavoro non deve alcuna indennità nella misura in cui una istituzione di previdenza a favore del personale sia tenuta a future prestazioni per le quali il datore di lavoro ha contribuito con versamenti superiori all'importo fissato al punto 1 e 2.

 

Disposizioni generali | Inizio e fine ... | Obblighi | Tempo di lavoro | Retribuzioni | Salario in caso ... | Previdenza | Diversi | Disposizioni finali | Raccomandazioni

Ultimo aggiornamento: 20-10-05

top